Marzo ci aveva illuso che la primavera iniziasse con slancio, ma ad aprile un repentino ritorno di freddo ha colpito molte coltivazioni

Anche le api ne hanno subìto le conseguenze e adesso che siamo a maggio ancora non rienscono a raccogliere sufficiente miele per riuscire a fortificare lefamiglie.

Mi sento impotente in questa situazione, cerco di aiutare le api alimentando le famiglie più deboli e senza scorte aspettando che arrivi il nostro amato sole.

Non si può far niente per cambiale la stagione, ma si può riflettere come cambiare i nostri comportamenti per aiutare il nostro pianeta a ristabilire i sui equilibri.

Cerchiamo di coltivare piante mellifere e nettarifere nei nostri balconi, nei nostri giardini e nei nostri orti in modo da far ospitare gli insetti impollinatori.

Cerchiamo di produrre meno rifiuti possibile, ricicliamo, differenziamo, riusiamo diamo nuova vita.

Mentre aspettiamo la primavera impariamo a rispettare la natura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.